Skip to main content

Con i valori benedettini come saldi alleati, sabato mattina oltre 40 persone si sono messe in cammino sulla #viabenedicti. Un progetto centrale nell’ottica di #vivimonte per cui si ringrazia l’Abate di Casamari, Dom Loreto Camilli, per aver benedetto, all’ombra della magnificente Abazia, l’incedere dei pellegrini. Un grazie anche alla guida sapiente di Loredana Stirpe che ha arricchito di sapere ogni tappa di questo viaggio condensato nello spazio.

Grazie a Maria Elena Catelli, vicepresidente di Via Benedicti, per essere stata la voce narrante del racconto spirituale che lega San Benedetto a questa terra. Poco meno di sei chilometri, snodati tra natura, cultura e spiritualità: un percorso vissuto da 40 partecipanti che hanno raggiunto Monte San Giovanni Campano.

Il sindaco della città, Emiliano Cinelli ha omaggiato gli avventori dei saluti istituzionali nei pressi del Convento dei frati minori Cappuccini.

Come penultima tappa di questo percorso, alla presenza della Vicesindaco Sabrina Sciucco e delle consigliere Floriana Belli e Lorella Tatangelo, con il presidente di Via Benedicti, Francesco Rabotti, è stato inaugurato il pannello informativo realizzato grazie al contributo di Acea. 

Posizionato ai piedi del centro storico, il cartellone presenta foto, informazioni e un pratico qrcode, grazie al quale si potrà scaricare l’App Waidy WOW per conoscere i punti idrici e le sorgenti in prossimità dei luoghi censiti, il tutto in chiave smart e green. L’approdo a San Pietro D’Arenula, è stato accolto da bruschette con olio e vino per rifocillare i pellegrini.

Il presidente Rabotti ha precisato come “l’obiettivo di riconoscimento di Itinerario Culturale Europeo della Via Benedicti richiede impegno e spirito comunitario ed è un passaggio essenziale per garantire un ulteriore sviluppo turistico e culturale  al nostro territorio acquisendo risonanza internazionale. Ringrazio tutto il gruppo di #vivimonte per il profuso impegno in questa direzione, tutte le guide a lavoro e l’amministrazione comunale per l’appoggio.” A conferma di ciò le parole della consigliera con delega alla cultura e promotrice del progetto, Floriana Belli. 

“I cammini sono una grande opportunità per i territori di sviluppare un turismo sostenibile e rispettoso dell’ambiente. Si tratta di un segmento turistico in crescita costante e l’evento di sabato è la restituzione in chiave locale di quanto certe proposte siano attrattive e soprattutto di valore. Come amministrazione comunale, con il progetto #vivimonte abbiamo sintetizzato in #viabenedicti la bellezza, la potenza e la ricchezza di questa terra, tra natura, spiritualità e senso di comunità.”

Foto di Gabriella Caparrelli